Panettone gastronomico (ah no, pandoro!)

Buone notizie: si fa in giornata!! Aspetto che, quando si parla di lievitati, non è poi così scontato…

Le feste sono alle porte e io l’ho voluto preparare per il mio compleannoooo, evviva!

Gli anni avanzano ma non li temo, soprattutto se mi posso godere una festicciola (ristretta si sa, e pure casalinga ma è pur sempre una festa!)

Ve lo super consiglio anche nella sua più consueta forma a panettone: è bello soffice ed accoglie volentieri le farce più disparate! L’importante è che ce ne siano per tutti i gusti e magari fate anche attenzione a dare un po’ di colore, per avere anche un bell’effetto visivo da portare in tavola.

Io ho optato per:  tonno, maionese e uovo sodo; pomodori secchi e robiola; prosciutto cotto (da solo a fette sovrapposte); edamer e patè di olive. Grazie ai dolci di tatam per l’idea!

 

DOSI PER uno stampo da 750g
PRONTO IN 4h 30′

 

 

INGREDIENTI:

160 ml di latte tiepido

3g di lievito di birra secco (quello in micropalline in bustina)

25 g di zucchero

 

450 g di farina manitoba

1 cucchiaino di miele

2 uova

20 g di burro

10 g di sale

 

Latte q.b. per spennellare

 

 

STEP 1: SCIOGLI IL LIEVITO

Sciogli il lievito nel latte insieme allo zucchero. Mescola finché non si dissolvono.

 

STEP 2: FAI L’IMPASTO

Versa nell’impastatrice la farina e il miele ed inizia a mescolare con il gancio.

Aggiungi, poco per volta, il mix di latte/lievito e poi le uova.

 

Continua a mescolare per una decina di minuti (l’impasto tenderà a staccarsi dalle pareti della ciotola).

Aggiungi ora il burro (mi raccomando deve essere morbido!), il sale e continua l’impasto per altri 15 minuti ca.

 

 

STEP 3: I° LIEVITAZIONE

Trasferisci l’impasto su una spianatoia e dagli una forma rotonda, quindi rimettilo nella ciotola spennellata di olio coperto da pellicola e lascialo lievitare per due ore nel forno spento.

 

STEP 4: FAI LE PIEGHE A 3

Trasferisci l’impasto su una spianatoia spolverata con un velo di farina.

Allarga l’impasto (prima con le dita , poi con il mattarello) dandogli una forma vagamente rettangolare (circa 35×25 cm) posizionandolo in modo che il lato più corto sia quello vicino a te.

Immagina di disegnare una linea che divida in due il rettangolo (io per comodità appoggio un cucchiaio di legno vicino alla metà così mi regolo), quindi porta la metà di pasta più vicina a te e appoggiala fino a farle toccare questa ideale linea.

Prendi adesso l’altra parte di pasta e portale sopra a questa (avrai così ottenuto una mattonella lunga e stretta composta da 3 strati di pasta).

Gira l’impasto di 90° e rifai la piega.

 

 

STEP 5: FAI LA PALLA

Allarga nuovamente con le dita l’impasto per dargli una forma quadrata (circa 18×18 cm) prima con le dita, poi con il mattarello.

 

Ora porta l’angolo in alto a destra verso il centro e fai lo stesso con quello in basso a sinistra.

Procedi allo stesso modo con i restanti due

Ora arrotonda l’impasto (devi ottenere una palla) facendolo ruotare sulla spianatoia e pizzicandolo.

 

STEP 6: II°LIEVITAZIONE

Metti il panetto nello stampo imburrato e infarinato facendo attenzione che la chiusura delle pieghe sia verso l’alto.

Copri con la pellicola e lascia lievitare nel forno spento (con lucina accesa) per un’oretta e mezza.

 

STEP 7: CUOCI

Togli il pandoro dal forno, spennellalo delicatamente con il latte e poi cuocilo in fono preriscaldato a 170°C per circa 30 minuti.

 

 

#getBready & enjoy your meal

Condividi su:

Autore dell'articolo: Aurora

4 thoughts on “Panettone gastronomico (ah no, pandoro!)

    Erica

    (4 dicembre 2020 - 11:47)

    Buon giorno
    Entusiasta delle tue ricette…
    Ne sai una più del diavolo

      Aurora

      (5 dicembre 2020 - 17:19)

      Grazie mille Erica, sono proprio soddisfatta del risultato! Una via di mezzo tra pane e brioche molto molto soffice (si può tranquillamente preparare e cuocere anche il giorno prima e non perde la fragranza!)

    Mirella

    (5 dicembre 2020 - 11:55)

    Ciao
    Aria di Natale…anche con le restrinzioni..sei sempre la migliore
    Bravissima

      Aurora

      (5 dicembre 2020 - 17:20)

      Siii Mirella e non vedevo l’ora, adoro questo periodo! 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *